Skip to main content

News

Notizie inerenti la SBF e i suoi membri. Ulteriori notizie su mostre, informazioni, eventi e concorsi sono disponibili nella nostra newsletter SBF INFO e su Facebook.

 


SBF personale. Reto Cortesi

18.05.2021

© Reto Cortesi, Geysir, Nuova Zelanda 2020

Reto Cortesi. Il 2020 è stato un anno difficile per l'ex preside Reto Cortesi (49), e non solo per Corona. A causa di un grave incidente, Cortesi, che ora lavora come fotografo autonomo a Zurigo, non ha potuto lavorare per mesi. Nel 2017, ha rinunciato al suo sicuro lavoro part-time.

Tuttavia, come lavoratore autonomo senza assicurazione d'indennità giornaliera, è diventato difficile per lui, che è riuscito a farsi un nome con reportage e ritratti aziendali. Nel 2020, la sua agenda era piena di incarichi, ma non ha potuto lavorare per molto tempo dopo l'incidente. E: "Con lo scoppio della pandemia, il mio sogno di potermi guadagnare da vivere con la fotografia era in pericolo di infrangersi definitivamente". 
 
Cortesi racconta alla redazione di SBF come sta riorganizzando la sua vita di fotografo. Rinunciare non è un'opzione.
 
Nonostante Corona e l'incidente, hai recentemente ampliato il tuo studio. Ti senti meglio oggi? Per quanto riguarda la salute, sono di nuovo in forma dopo un anno di convalescenza. Sono pieno di energia e - come tutti - voglio viaggiare di nuovo liberamente e stare sulla strada con la mia macchina fotografica.  
 
Qual è stata la cosa peggiore durante la sua lunga convalescenza? L'incertezza di sapere se sarei mai stato di nuovo lo stesso era quasi insopportabile.
 
Com'è la situazione degli ordini oggi? La situazione degli ordini è ancora modesta a causa di Corona e oscilla molto. Poiché i dipendenti sono ancora nei loro uffici, le aziende non stanno facendo fare nuovi ritratti ai loro dipendenti al momento.
 
Hai un nuovo negozio online di fotografia artistica? Oltre alla fotografia commissionata, mi mancava l'opportunità di mostrare i miei progetti personali. Amici e conoscenti comprano da me fotografie d'arte da molto tempo. Tuttavia, lo sforzo amministrativo era troppo grande, non c'era quasi più profitto. Inoltre, volevo mostrare il mio lavoro di ricerca personale a un pubblico più ampio e in un ambiente più professionale.
 
Come hai realizzato il negozio on-line e cosa ti ha dato l'impulso? Siccome non volevo attingere al denaro dei casi di rigore, volevo rimettermi in piedi da solo, durante la chiusura ho allestito un negozio online di fotografia artistica, ho creato un nuovo sito web e ho tirato fuori dal cassetto le mie foto personali. Così oggi, la fotografia artistica è la mia seconda corda del mio arco.
 
Cosa c'è di speciale nel tuo negozio on-line? Le foto sono fatte in Svizzera, lavorate a mano in loco da esperti artigiani secondo gli standard di qualità del museo. Controllo personalmente la qualità di ogni opera d'arte e consegno l'immagine al cliente. Ora sto anche offrendo ai fotografi la possibilità di esporre gratuitamente in mostre temporanee sulla mia piattaforma "Friends Gallery". Questa è una soluzione vantaggiosa per gli altri fotografi, per i miei clienti e per me. Il mio motto: «If you are really thankful, what do you do? You share» di W. Clement Stone.
 
Come ti sei avvicinato alla fotografia? Ho sempre amato fare fotografie ed è per questo che ho deciso di diventare freelance come fotografo nel 2011 - una delle migliori decisioni della mia vita.
 
Sei un autodidatta? Ho iniziato come fotografo autodidatta, ma nel 1999 mi sono laureato al Ruth Prowse College of Art and Design di Città del Capo, Sud Africa. Durante questo periodo ho lavorato come direttore di produzione in innumerevoli servizi fotografici. Ovunque andassi, la macchina fotografica era con me - anche a Sydney, dove ho continuato la mia formazione all'Australian Center for Photography.

Weblink

Partner Oro

Partner Argento