Skip to main content

News

Notizie inerenti la SBF e i suoi membri. Ulteriori notizie su mostre, informazioni, eventi e concorsi sono disponibili nella nostra newsletter SBF INFO e su Facebook.

 


SBF personale: Simone Mengani

22.11.2021

© Simone Mengani, Spazio Officina e Max Museum Chiasso. 2013

Il fotografo ticinese, originario di Perugia e che oggi gestisce il suo studio a Mendriso (TI), lavora come fotografo d'architettura freelance da circa 16 anni. Nel 2004 si è diplomato in architettura presso l'Accademia di architettura di Mendrisio. Nel 2006, ha iniziato a lavorare come fotografo indipendente. Da allora in poi, il fotografo autodidatta si è concentrato sull'architettura e sul reportage.

 

Mengani è membro della SBF dal 2014 e delegato della SBF Sezione Svizzera italiana dal 2016. Nell'intervista, Mengani rivela perché le foto possono anche far bene all'anima e come vede il suo ruolo di delegato della sezione SBF.

Cosa ti ha fatto cambiare professione e diventare un fotografo? Dopo aver lavorato come architetto in uno studio per due anni, avevo bisogno di una pausa di riflessione e ho fatto un viaggio di tre mesi in Argentina e Cile. Lì ho incontrato due fotografi che lavoravano per il National Geographic. Mi hanno portato in una spedizione fotografica di quattro giorni a 5000 metri sul livello del mare. Era bellissimo. Era quello che stavo cercando. Chi mi ha detto di tornare in Svizzera come architetto, di stare seduto tutto il giorno su una sedia da ufficio a progettare case in cui non volevo vivere?

Avevi già fatto delle fotografie prima o ti sei buttato a capofitto? Mi è sempre piaciuta la fotografia, ma se la faccio da dilettante o la faccio da professionista per fare soldi facendola, è un'altra cosa. Ma ho fatto il grande passo perché sapevo di doverlo fare e volevo davvero farlo.

Non era un rischio? Era rischioso, ma mi piacciono i rischi e mi ha motivato a fare del mio meglio.

Come ti sei formato per diventare fotografo? Ho avuto la fortuna di poter assistere un buon fotografo per tre anni. Lì ho imparato in gran parte la mia professione. Allo stesso tempo ho lavorato al 50% come fotografo temporaneo per un giornale locale, così ho potuto costruire una rete professionale e trovare clienti. I colleghi mi hanno anche dato i miei primi incarichi come fotografo di architettura..

La formazione continua è importante per me ogni giorno, sia nei workshop con la SBF Sezione Svizzera italiana che con altri fotografi. Ogni giorno guardo le foto e cerco di capire cosa il fotografo voleva ottenere e come è stato fatto.

Chi sono i suoi clienti? Oggi lavoro quasi esclusivamente nel campo dell'architettura. Documento i grandi cantieri per la Confederazione, lavoro con il cantone per documentare i beni culturali (edifici elencati come chiese, monumenti e case) e faccio fotografie per architetti, ingegneri e agenzie immobiliari.

C'è un evento determinante? Una volta un architetto mi ha ringraziato per le foto perché lo hanno riconciliato con l'edificio che aveva progettato e seguito per due anni. Era un progetto complesso per lui, pieno di compromessi, e il cliente era anche molto esigente. Quando il lavoro di costruzione era finito, era esausto e irritato. Le foto erano come una "cura psicologica" per lui. Lo hanno fatto riconciliare con l'edificio. Quindi le foto non sono solo documentazione, ma possono anche far bene all'anima.

Come architetto, ha un vantaggio rispetto ai fotografi non architetti? Come architetto di formazione, ho un occhio per riconoscere le intenzioni degli architetti. Parliamo la stessa lingua.

Come vede il suo ruolo di delegato della SBF Svizzera italiana? La Sezione Svizzera italiana era in crisi fino a qualche anno fa. Grazie all'aiuto della Federazione Centrale (PK) e del membro SBF Sabrina Stäubli, tutto il materiale sul sito web è stato tradotto in italiano. Questo ci ha motivato a ricominciare come sezione e tutti hanno contribuito.

Ero l'unico nella sezione che parlava abbastanza tedesco, così mi sono reso disponibile come mediatore tra la sezione e il PK. Ma non è sempre facile esprimersi in un'altra lingua (il traduttore di Google non funziona nelle conversazioni). È importante che la sezione sappia che c'è qualcuno nel PF che può portare avanti gli interessi di una piccola sezione.

Weblink

Partner Oro

Partner Argento